About

domenica 8 marzo 2015

Ladyboy in Thailandia: Quello che c'è da sapere

Se ancora non siete mai stati in Thailandia è bene sapere che vi imbatterete in alcune profonde differenze socio-culturali che la distinguono nettamente dalla maggior parte dei Paesi occidentali.
Esempio particolarmente rilevante riguarda la considerazione dell’omosessualità
all’interno della società thai.Paese profondamente tollerante, libero e ispirato dalla filosofia buddista,la Thailandia non discrimina né le persone omosessuali, né itransgender, né le molteplici altre forme di identità sessuale.Ciò avviene tanto all’interno della società, quanto più tipicamente all’interno delle singole famiglie.

La Thailandia omosessuale ha i suoi locali dedicati costituiti da bar, go-go bar e discoteche gay, ma non è raro incontrare “ladyboy”, soprattutto nelle località turistiche più note, come Phuket e Pattaya. Occorre comunque ricordare che, nonostante in Thailandia vi sia grande libertà sessuale, esistono regole che vietano baciarsi in pubblico, anche se ormai questa pratica viene tollerata nelle località più note a causa della maggiore integrazione con gli occidentali.


Vita notturna e trasgressione

Per quanto riguarda la vita notturna gay in Thailandia, le principali mete sono le zone più turistiche di Bangkok, il quartiere di Patpong e quello adiacente alla Silom Road, in modo particolare Silom Soy 4. Segue il quartiere trasgressivo di Patong Beach a Phuket e la località di Chaweng e Lamai a Koh Samui. Ci sono poi i caratteristici go-go bar nella Walking Strett di Pattaya, zona che spesso viene definita la Rimini del sud-est asiatico.
Fonte Articolo: www.innviaggithailandia.com

Nessun commento:

Posta un commento